… il mio bambino ha la testa
che sembra ammaccata!

“mi sembra che mio figlio abbia la testa strana, un po’ deformata … in pratica ha la testa appiattita … romboidale … secondo lei, mi devo preoccupare?„

“No, non particolarmente … „

… anche se parliamo di plagiocefalia, di scafocefalia, di oxicefalia o di acrocefalia … parole che suonano strane ed un po’ spaventanti, ma che, in fondo, significano semplicemente che la testa del pargolo è un po’ stretta ed allungata verso l’alto oppure un po’ a cuneo in avanti o addirittura vagamente romboidale e asimmetrica …

… insomma che non è quella bella testina più o meno tonda che ci saremmo aspettati!

… “ma siamo sicuri che non mi devo preoccupare?„ … “è possibile fare qualcosa?„

Iniziamo a dire, prima di tutto, che questa deformazione del cranio neonatale, spesso, non deve farci preoccupare più di tanto! … e che, volendo, si può intervenire senza rischi per il neonato o per il bambino, attraverso una tecnica delicata e non invasiva, che può rivelarsi risolutiva: il Cranio-Sacral Repatterning®.

La nascita, per il neonato, è forse il momento più stressante della vita, poiché il suo piccolo organismo è soggetto, durante la preparazione al parto e la fase di espulsione, a forze enormi, in grado di comprimere e distorcere il corpicino e la testa: l’utero, grazie ai muscoli della sua parete, spinge il nascituro verso la vagina per espellerlo all’esterno del corpo materno, cercando di vincere le naturali resistenze offerte dal canale del parto.

Il feto, dopo essere rimasto, per giorni, “infilato” con la testa nella porzione inferiore dell’utero, subisce una serie di spinte che ne provocano rotazioni e movimenti, che lo portano, quasi, ad attorcigliarsi su se stesso; è letteralmente “strizzato” per passare attraverso il cingolo pelvico e “spremuto” dalla contrazione muscolare e dal canale vaginale, nel suo viaggio verso la vita: un breve tragitto ed una stimolante esperienza che “risveglia” l’organismo e lo induce ad attivare le proprie capacità di adattamento alla nuova vita, ma che si rivelano decisamente stressanti per il neo nato.

Francesco Gandolfi

pagina seguente

i contenuti dell’articolo o presenti sul sito sono opera intellettuale di Francesco Gandolfi:
come tali, sono protetti dalle leggi sul copyright
si autorizza la libera diffusione del presente articolo, nella sua interezza, per uso personale e privato,
per fini culturali ed a fini non commerciali;
qualsiasi utilizzo parziale è condizionato alla citazione dell’autore e della fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up