le distorsioni craniche
ed il cranio-sacral repatterning®

La teca cranica, un prezioso astuccio che, nell’uomo maturo, deve assolvere il compito di proteggere il sistema nervoso dai possibili insulti cui può essere sottoposto, ma che nel feto che si appresta ad entrare nella vita extra-uterina, si trova a dover rispondere all’esigenza di essere malleabile ed adattabile, per permettere un parto agevole.

La non completa ossificazione del cranio alla nascita è dovuta alla necessità di avere una testa abbastanza piccola perché la madre possa partorire senza troppi rischi, e permettere al bambino di raggiungere il massimo sviluppo encefalico: la malleabilità della testa neonatale, se da un lato favorisce il processo della nascita, dall’altro la espone alla possibilità che si creino disfunzioni articolari (fault) fra le differenti ossa, o che le forze che agiscono su di esse producano “sforzi” (strain) che incidono sulla mobilità o sulla resilienza ed elasticità dell’osso stesso, portando alla creazione di distorsioni, alterazioni o addirittura malformazioni. Talvolta queste variazioni sono temporanee, talaltra si possono creare alterazioni della forma del cranio, con importanti ripercussioni per il ben-essere del bambino in crescita. Il Cranio-Sacral Repatterning® permette di riequilibrare le distorsioni della teca cranica: l’efficacia di tali interventi dipende dalla precocità con cui possono essere effettuati ed è limitata, ovviamente, dalla gravità dello squilibrio.

“il luogo più misterioso del mondo è l’interno di un cranio umano„
(Robert Bloch)

Francesco Gandolfi

per leggere l’articolo completo …

nell’articolo viene approfondito lo sviluppo del cranio nel neonato,
le possibili distorsioni o malformazioni  e le modalità di azione
per migliorare il ben-essere e la salute di chi è colpito da tali alterazioni

… il mio bambino ha la testa
che sembra ammaccata!

“mi sembra che mio figlio abbia la testa strana, un po’ deformata … in pratica ha la testa appiattita … romboidale … secondo lei, mi devo preoccupare?„

“No, non particolarmente … „

… anche se parliamo di plagiocefalia , di scafocefalia , di oxicefalia o di acrocefalia … parole che suonano strane ed un po’ spaventanti, ma che, in fondo, significano semplicemente che la testa del pargolo è un po’ stretta ed allungata verso l’alto oppure un po’ a cuneo in avanti o addirittura vagamente romboidale e asimmetrica.

… insomma che non è quella bella testina più o meno tonda che ci saremmo aspettati!

… “ma siamo sicuri che non mi devo preoccupare?„ … “è possibile fare qualcosa?„

“il cranio è la scultura della natura„
(David Bailey)

Francesco Gandolfi

per leggere l’articolo completo …

Scroll Up