acrocefalia

Detta anche testa a pan di zucchero è una particolare conformazione del cranio umano, che si presenta stretto e allungato, frutto di una malformazione caratterizzata dallo sviluppo considerevole della regione occipitale con schiacciamento laterale della testa; dal greco ἄκρον (ákron → apice, picco, punta) e -κεϕάλια (-kephalia → relativo al capo, alla testa), viene chiamata anche trococefalia o tirsocefalia.

Generalmente è dovuta ad una precoce saldatura della sutura coronale e della sutura sagittale (craniostenosi) con compressione della regione temporale, che fa apparire la testa appiattita e piramidale; simile all’oxicefalia, si presenta con la fronte molto alta, verticale, con la volta cranica che ridiscende molto obliquamente dal suo vertice del cranio all’occipite.

Per poter disporre di una visione d’insieme sui dismorfismi cranici e sulle loro conseguenze, si consigliano i seguenti articoli:

Francesco Gandolfi

i contenuti dell’articolo o presenti sul sito sono opera intellettuale di Francesco Gandolfi:
come tali, sono protetti dalle leggi sul copyright
si autorizza la libera diffusione del presente articolo, nella sua interezza, per uso personale e privato
per fini culturali ed a fini non commerciali;
qualsiasi utilizzo parziale è condizionato alla citazione dell’autore e della fonte

Scroll Up